Castello e Giardini – Este

L’attuale edificio risale agli anni ‘40 del XIV secolo e fu edificato da Ubertino da Carrara sulle rovine della precedente fortificazione, distrutta nel 1249 dalle truppe di Ezzelino da Romano.

Il nucleo più antico, risalente al periodo delle grandi invasioni, è rappresentato da una cerchia di mura con una chiesetta e un grande edificio centrale.

Il Castello di Este La prima struttura fu incorporata a partire dall’XI secolo in una serie di cinte murarie e di fabbricati residenziali fino a quando, intorno alla metà del XIII secolo, il marchese d’Este restaurò il castello in senso difensivo. Prosegui la lettura di… Castello e Giardini – Este

Santuario del Tresto – Ospedaletto Euganeo

Il 21 settembre 1468 la vergine apparve a Giovanni Zelo, un barcaiolo di Ponso che da Padova stava ritornando a casa e raggiunta Este sul far della sera, l’uomo s’era fermato a dormire in barca sotto il ponte del Borini. Verso mezzanotte fu svegliato da una voce femminile che per tre volte lo chiamò. L’uomo vide due belle Signore che gli ingiunsero di seguirle. Trovato stranamente abbassato il ponte levatoio della città, si incamminarono verso la campagna dove, in località Tresto, una delle due Signore si sedette sulla riva di un fosso e disse all’altra di andare a prenderle un grappolo d’uva; quindi chiese a Giovanni se la conoscesse. Prosegui la lettura di… Santuario del Tresto – Ospedaletto Euganeo

Castello di San Martino della Vaneza – Cervarese Santa Croce

Il Castello di San Martino della Vaneza a Cervarese Santa Croce. La bella torre merlata del castello svetta sul parco che la circonda e si riflette sulle acque del fiume Bacchiglione, creando una suggestiva visione da racconto fiabesco. Le origini di questo antico maniero devono risalire almeno all’anno Mille, e come tutti i castelli sorge in posizione strategica a difesa del territorio padovano dagli attacchi dei nemici, soprattutto dai Vicentini, dai Veronesi e dai Visconti di Milano. Prosegui la lettura di… Castello di San Martino della Vaneza – Cervarese Santa Croce

Casa del Petrarca – Arquà Petrarca

Nel 1369 Francesco Petrarca (Arezzo 1304-Arquà 1374), stanco del continuo peregrinare e ormai anziano e malato, si fece riadattare una casa nel villaggio euganeo di Arquà e la elesse a rifugio degli ultimi giorni.

Qui trascorse in pace gli ultimi anni di vita, circondato da nuovi e vecchi amici e dai familiari. Qui morì nella notte tra il 18 e il 19 luglio 1374, reclinando il capo sui suoi amati libri. La casa fu forse donata al Petrarca da Francesco I da Carrara, signore di Padova. Prosegui la lettura di… Casa del Petrarca – Arquà Petrarca

Villa Emo-Capodilista – Selvazzano

Vicino al cancello di accesso alla Montecchia si trova un oratorio dedicato a San Pancrazio (prima metà dei secolo XIX) dove sono custodite le tombe di alcuni membri della famiglia Capodilista. Un viottolo in terra battuta ci porta sulla sommità dell’altura su cui si erge, al centro di un giardino all’italiana, una delle più singolari ville venete.

La Villa Capodilista di Dario Varotari a Montecchia, staccandosi dal consueto tipo veneto, dimostra l’alto grado di sensibilità del progettista. Alla sua genialità e al suo estro pittorico si deve la mirabile fusione tra il singolare complesso architettonico e il delizioso paesaggio circostante. Prosegui la lettura di… Villa Emo-Capodilista – Selvazzano

Villa Emo – Monselice

La villa venne edificata nel 1588 su progetto di Vincenzo Scamozzi per la famiglia dei Contarini lungo il canale Bisatto . Lo stile richiama le più belle architetture del Palladio soprattutto nell’imponente colonnato del frontale e nel geometrico disegno dell’ampio giardino antistante.

Passata in proprietà dei Maldura, la villa venne infine acquisita dagli Emo Capodilista. Essa è caratterizzata dal pronao aggettante sostenuto da quattro colonne corinzie con capitelli in cotto, cui si accede da due rampe di scale laterali. Durante i recenti restauri sono riapparsi all’interno alcuni lacerti di affreschi che, secondo la tradizione, sarebbero opera di Paolo Veronese. Il giardino all’italiana è di recente realizzazione: i lavori hanno ripristinato le peschiere originali. Prosegui la lettura di… Villa Emo – Monselice

Villa Duodo Valier – Monselice

A metà costa del Colle della Rocca di Monselice è collocato il complesso architettonico denominato Villa Duodo, costruito dalla nobile famiglia veneziana Duodo sulla base dell’antico castello detto di San Giorgio. A destra, l’ala più antica risale al 1593 ed è opera dell’architetto Vincenzo Scamozzi. La parte frontale, aggiunta nel 1740 su progetto dell’architetto Andrea Tirali, è la più recente. A sinistra del complesso si sviluppa l’esedra dedicata a S. Francesco Saverio, una grande scalinata in pietra del 1600. Prosegui la lettura di… Villa Duodo Valier – Monselice

Villa Draghi – Montegrotto Terme

Collocata nel parco che ricopre una superficie di circa 316.000 mq., è localizzata su di un poggio di mezza costa del Monte Alto (207m), nella cittadina termale di Montegrotto Terme.

Venne edificata in stile eclettico tra il 1848 ed il 1850, attualmente non visitabile in quanto in attesa di restauro.

Edificata su un preesistente edificio settecentesco ed è caratterizzata da merlature di coronamento e facciate con finestre ogivali. Prosegui la lettura di… Villa Draghi – Montegrotto Terme

Villa dei Vescovi – Luvigliano di Torreglia

Villa dei Vescovi fu costruita nel Cinquecento, come luogo di ritiro dei vescovi di Padova, da cui il nome. Alvise Cornaro, amministratore del vescovado, sovraintese alla costruzione. Iniziata nel 1474 su progetto di Bartolomeo Bon, nel 1532 venne ripresa su disegni dell’architetto veronese Giovanni Maria Falconetto (1468-1535) per il vescovo Francesco Pisani. La costruzione, iniziata intorno al 1524, passò una quarantina d’anni dopo, nel 1561, al padovano Andrea Dalla Valle (attivo 1543-1577). I lavori si protrassero per almeno cinquant’anni. Prosegui la lettura di… Villa dei Vescovi – Luvigliano di Torreglia

Villa Contarini – Valnogaredo di Cinto Euganeo

Rota, Piva, a Valnogaredo, costruita nel 1704 sulle rovine di una villa di epoca precedente, conserva al suo interno molti stucchi e affreschi di Artisti famosi tra i quali Jacopo Guarana, uno dei discepoli del Tiepolo. Prosegui la lettura di… Villa Contarini – Valnogaredo di Cinto Euganeo